Squillino le trombe…

Una nuova stagione è alle porte. Arriva Settembre e con lui l’Autunno, il caos cittadino e la ritrovata voglia di fare qualcosa. Riprenderà una sorta di monotonia anche se, diciamocelo, le cose non cambiano mai del tutto. Al massimo peggiorano, ma lasciamo stare.

La nuova stagione, anche bloggereccia si spera, si apre all’insegna del Propositi 0. Perché sarò anche cinico, pessimista, disfattista e tuttoquellochevolete ma stare qui a sperare e promettere quando siamo burattini ha poco senso. Keep Calm, quindi. Si campa alla giornata (e sopra la panca).

Qualcosina che bolle c’è, però. Ma non diciamo niente e guardiamo un po’ al passato. Un passato quello di Giugno-Luglio-Agosto che è stato per me all’insegna della scrittura. Con la mia prosa altalenante e scattosa, le mie trame confuse e i personaggi che se potessero mi bastonerebbero (grazie di esistere, quarta parete!) ho gettato giù in questi mesi più di quanto abbia fatto nella stagione andata. Che sia un buon segno?

Certo, la gran parte delle battute sono state battute a vuoto e alcune cose le ho scritte due e più volte… ma noi ci accontentiamo dell’Amaro Lu*ano e non chiediamo nient’altro, vero?

Il tutto culminerà col mio turno di scrittura nella round robin “Due Minuti a Mezzanotte” di cui vi ho già scritto (andate qui: http://2minutiamezzanotte.blogspot.it/ ). Per la prima volta partecipo ad un’esperienza del genere e, sempre per la prima volta, mi sento un po’ uno scrittore. Per davvero.
No, non ho ancora iniziato a drogarmi… Fa caldo, però. E Beatrice non serve a una mazza…

Alla prossima (speriamo il prima possibile),

Qwerty.

Annunci

Ma io non scrivo più?

Seriamente. Giorno più giorno meno (ho cancellato talmente tanta robaccia da essermi scordato di salvare il primo post-intervista) siamo al compleanno del blog più vuoto e insensato che mente umana possa arrivare a concepire e io che faccio, mi zittisco?

Nah… o forse sì?

Di buono c’è che fa caldo e il caldo è una piacevole scusa: fa caldo, ho mal di testa. Ciò implica che non scrivo. Facile, no? Poi un essere pedante potrebbe dirmi: e in inverno? In Inverno fa freddo, un freddo del delirio. Mi viene il mal di testa e non scrivo.

Aggiorniamoci, va. Due cose su tutte, utili a farmi trovare la voglia di buttare giù qualche post agostino. La prima: ricominciano le serie. E da due settimane ripreso Alphas e le premesse sono più che buone. Dr. Rosen e compagni continuano con il loro non gruppo alla x-men a lottare contro le alpha-minacce, che si chiamino terroristi, Stanton Parish o cattivo-uomo-dell-FBI-che-mi-ruba-il-pudding-dal-frigorifero. A questo si aggiunge il nuovo trailer del dottorino più famoso delle terre di London 2012. Olimpiadi che, per altro, hanno visto un bel cameo del Tardis nella cerimonia augurale.

Altra novità: ormai sono drogato di A Song of the Ice and Fire. Sto leggendo I Fuochi di Valirya. Scrivi vecchio, scrivi!